Riccardo Mallus

Regista, diplomato in regia presso la Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, si specializza al corso internazionale di pedagogia della scena condotto da Anatolij Vasiliev e continua la sua formazione con Antonio Latella e con Carmelo Rifici.

Fa parte della direzione artistica della compagnia Guinea Pigs, per la quale cura ideazione e regia del progetto Atti di Guerra con la drammaturgia di Giulia Tollis (produzione in collaborazione con ERT - Emilia Romagna Teatro), cura la direzione del progetto In lotta con la realtà (produzione in collaborazione con Festival Internazionale Castel dei Mondi) e firma la regia di Casca la terra di Fabio Chiriatti (produzione Teatro Out Off con il contributo di SIAE Sillumina Nuove Opere).

Coordinatore artistico di Tournée da Bar, start up culturale per la quale è primo spettatore di molti spettacoli tratti da classici shakespeariani e firma le regie del Mercante di Venezia e del Riccardo III (produzioni Teatro Carcano Centro d’Arte Contemporanea).

È cofondatore del Kolektive 38, collettivo internazionale di regia la cui opera prima è Djallozoret di Michail A. Bulgakov (produzione Teatro Nazionale di Tirana).

Nel 2017 coordina il laboratorio internazionale e trans-disciplinare La guerre des ages, organizzato da Le Mème Ensemble (Fr), dal quale nasce il progetto Lear, Grandma Europe, del quale è ideatore e direttore.

Come regista freelance firma la regia di diversi spettacoli di drammaturgia contemporanea, lavorando spesso in collaborazione con gli autori: L’ora sospesa, di Luca Marchesini; Solo per Oggi, di Francesca Sangalli; NOIR – una storia sbagliata, di Federico Perrone; In Veglia, di Margarita Egorova.

Insegna regia e recitazione nei corsi serali e openclass della Scuola Paolo Grassi per la quale coordina anche laboratori di teatro sociale nei corsi curricolari.

Nel biennio 2015 - 2016 collabora con Teatro Carcano per le attività teatrali all'interno della II Casa di reclusione di Milano Bollate e firma regia e drammaturgia di Waiting to Go e Mahagonny la città trappola; spettacoli con in scena attrici e attori detenuti.

Nel 2015 cura la messa in scena di Passati col rosso, reading-concerto di e con Gino&Michele, produzione Bananas S.r.l.

Nel 2014 collabora con Massimo Navone al coordinamento artistico di Identità Milano, progetto di Scuola Paolo Grassi, Triennale di Milano e Comune di Milano.

Nel 2011 cura ideazione e regia del progetto Molto rumore per nulla da William Shakespeare, produzione Teatro dei Gordi, articolato in tre studi site-specific in cartellone al Festival La Mama SpoletOpen.

Tra il 2009 e il 2013 lavora come aiuto regista di Sergio Fantoni e come assistente alla regia di Serena Sinigaglia e Carmelo Rifici.